7 Settembre 2021: RESERVES @ European Conference of Educational Research (ECER)

ll 7 settembre 2021 il progetto Re-Serves è stato (virtualmente) a Ginevra alla European Conference of Educational Research (ECER) della European Educational Research Association (EERA). In questa occasione, è stata presentata e discussa l’azione di ricerca 2 del sotto-progetto WP1 dedicata all’impegno civico-sociale tra scuola e territorio. La presentazione ha riguardato in particolare le rappresentazioni dell’impegno civico e sociale da parte di insegnanti e dirigenti delle istituzioni educative coinvolte, ed è stata un’occasione per confrontarsi con colleghe e colleghi di altri Paesi sulla metodologia e sui risultati emergenti.

Online il n. 60 di Encyclopaideia con un focus sul progetto RE-SERVES

È disponibile a questo link il n. 60 di Encyclopaideia. Journal of Phenomenology and Education con un focus sul contrasto educativo alla vulnerabilità e alla marginalità, a cura di Marcella Milana e del gruppo PRIN “Re-serves”. Gli articoli sono accessibili qui.

 

2-5 Giugno 2021: RESERVES @ Scuola Democratica II Conferenza Internazionale “Reinventing Education”

Nel corso della II Conferenza Internazionale di Scuola Democratica “Reinventing Education”, che si è tenuta online dal 2 al 5 giugno, sono stati presentati due contributi relativi a Re-serves ed in particolare ai sotto-progetti WP1 (Impegno civico e sociale) e WP3 (Inclusione dei giovani).

Lisa Stillo (Università di Roma 3 – WP3) ha proposto alcune riflessioni a partire dall’esigenza di una ridefinizione della categoria dei giovani NEET (giovani che non lavorano e non studiano), mentre Francesca Rapanà (Università di Verona – WP1) ha presentato alcuni risultati emersi dalla ricerca in corso sulle relazioni tra scuola e territorio finalizzate alla promozione di impegno civico e sociale.

 

 

14-16 gennaio 2021: RESERVES @ Congresso Nazionale SIPed ‘La responsabilità della pedagogia nelle trasformazioni dei rapporti sociali. Storia, linee di ricerca e prospettive’

Il Congresso Nazionale SIPed ‘La responsabilità della pedagogia nelle trasformazioni dei rapporti sociali. Storia, linee di ricerca e prospettive’, che si è tenuto dal 14 al 16 gennaio 2021 in modalità telematica, ha ospitato due presentazioni relative a RE-SERVES e agli esiti emersi dalle Revisione Sistematiche della letteratura prodotte nei WP 1 (Impegno Civico e Sociale) e 2 (Alleanze educative).

Francesca Rapanà (WP1) ha esplorato le diverse pratiche di collaborazione tra scuola e territorio analizzate in letteratura soffermandosi sull’idea di cittadinanza sottesa.

Fabrizio Chello (WP2) ha proposto alcune riflessioni sul processo di definizione di un oggetto di ricerca al di là della cosiddetta “guerra tra paradigmi” a partire dai risultati della revisione della letteratura scientifica sui comportamenti antisociali degli adolescenti.

 

 

4 dicembre 2020: Presentazione al Seminario Internazionale SIPED ‘La ricerca pedagogica italiana’

Marcella Milana, coordinatrice nazionale di RE-SERVES, ha presentato il disegno generale e i primi esiti del progetto, in particolare quanto emerso dalle cinque Revisioni Sistematiche della letteratura già concluse, nell’ambito del Seminario Internazionale SIPED ‘La ricerca pedagogica italiana: progetti nazionali e internazionali in dibattito’, che si è tenuto il 4 dicembre 2020 in modalità telematica.

Guarda il video!

 

 

19-20 novembre 2020: II workshop metodologico. Il posizionamento epistemologico

Il 19 e il 20 novembre 2020 le unità di ricerca hanno preso parte al II Workshop Metodologico per confrontarsi sui presupposti epistemologici sottesi al lavoro delle diverse unità di ricerca e far emergere eventuali specificità delle singole unità.

Rispetto agli elementi di continuità emerge una comune visione a livello ontologico, gnoseologico ed epistemologico che si esplicita nel fatto che:

  • la conoscenza è sempre intesa come attività critico-narrativa e, dunque, relazionale; per questo è necessario valorizzare i soggetti della ricerca e il loro modo di significare il mondo;
  • la ricerca ha il fine di comprendere i fenomeni per cambiarli/intervenire/migliorare le pratiche educative, e quindi ha una valenza politica.
  • alcune parole-chiave ritornano costantemente a delineare un orizzonte comune: transazione, interpretazione, intersoggettività, e comprensione.

Ci sono anche alcune specificità che riguardano soprattutto il piano metodologico, gli strumenti di raccolta e analisi dei dati, e che saranno oggetto di discussione in incontri futuri.

Il gruppo ha avuto anche occasione di confrontarsi sullo stato dell’arte della ricerca empirica e sull’impatto della pandemia sulle attività di ricerca.