Immagine Home progetto

Il progetto

Il progetto

Il progetto

Le relazioni esistenti tra educazione, vulnerabilità – a livello individuale, strutturale e sociale – e marginalità di persone e gruppi sono ancora sottovalutate in Italia. Comprendere tali relazioni appare fondamentale anche per l’attuazione dell’obiettivo n. 4 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile (ONU).

Fornire un’educazione di qualità,
equa ed inclusiva, e opportunità
di apprendimento per tutti.
Agenda 2030

Contesto

Nel 2015 gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno adottato l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile per porre fine a tutte le forme di povertà. L’educazione è al primo posto in questa agenda. Tuttavia, “Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti” (Obiettivo n. 4) presenta sfide diverse in tutto il mondo.

In Italia, sono in aumento individui e gruppi che mostrano una maggiore propensione ad essere a rischio, in termini di esposizione a un deterioramento delle condizioni di vita o riduzione della probabilità di esiti o risultati percepiti positivamente all’interno della società. L’educazione assume una posizione centrale per contrastare tale rischio.

Obiettivo

RE-SERVES si pone l’obiettivo generale di approfondire la conoscenza sulle relazioni tra vulnerabilità, marginalità ed educazione, concentrandosi su quattro aree di indagine, ciascuna oggetto di un sotto progetto (Work Package, WP), al fine di:

  • Indagare e promuovere attività curriculari ed extra curriculari a sostegno di una formazione civico-sociale di giovani e adulti (WP1)
  • Supportare la creazione di alleanze educative per contrastare l’emergenza di comportamenti antisociali e violenti tra gli adolescenti (WP2)
  • Sperimentare l’impiego dei Massive Open Online Course (MOOC) per sostenere l’inclusione dei giovani che non studiano e non lavorano (NEET) (WP3)
  • Promuovere un modello di Piano Educativo Individualizzato (PEI) che si concentri sulle potenzialità del minore straniero non accompagnato (WP4)

Struttura del progetto

Ricadute attese

A livello scientifico → Migliorare il corpus di conoscenze disponibili sulle relazioni complesse e sfaccettate che vulnerabilità e marginalità intrattengono con l’educazione

A livello educativo → Promuovere pratiche educative, scolastiche ed extra-scolastiche, che tengano conto dell’interconnessione tra i sistemi che incidono sull’esperienza di studenti/esse e insegnanti, educatori/rici e formatori/rici

A livello socio-culturale → Sostenere una cultura di accettazione / accoglienza, inclusione e riconoscimento critico e costruttivo della diversità individuali e di gruppo

A livello politico → Fornire orientamento ai sistemi educativi formali e non formali, e indicazioni politiche e operative agli organi decisionali del mondo accademico coinvolti nella creazione di curricula per i corsi di laurea e post-laurea per insegnanti, educatori/rici e formatori/rici

Aree di ricerca

WP1
Impegno
civico-sociale

Comprendere come le attività curriculari ed extra-curriculari promuovono l’impegno-civico-sociale di studenti/esse di ogni ordine e grado, tramite percorsi educativi e di ricerca.

WP2
Alleanze
educative

Fragilità educative e comportamenti antisociali, aggressivi e violenti degli adolescenti. Una ricerca-azione-partecipativa con educatori e insegnanti a Napoli e in Irpinia.

WP3
Inclusione
dei giovani

Esclusione sociale ed economica dei giovani. Studio pilota per valutare le potenzialità dei MOOC per sostenere i giovani che non studiano e non lavorano (NEET) nell’apprendimento e nell’inserimento nel mercato del lavoro.

WP4
Migranti e
minori in ingresso

Un’analisi psicoeducativa del processo di adattamento mediante un approccio multi-metodo.